Vivere la città:

Barco Ducale
lens

Inserisci un termine per iniziare la tua ricerca.

Il barco ducale è situato a nord-ovest della Città, a 1 km dal centro in direzione Sant’Angelo in Vado. Fondato nel 1465 per volere di Federico da Montefeltro, era uno dei luoghi preferiti di Francesco Maria II Della Rovere ed era spesso definito “viridario”.

Barco Ducale

Questo era un parco venatorio ed offriva al Duca una possibilità di ristoro spirituale oltre che di svago fisico. Il sito è collegato al Palazzo Ducale da un miglio di fiume che cavalieri e dame risalivano in barca. All’interno vi si trovava un piccolo convento trecentesco di frati francescani minori, detti Zoccolanti, costruito a ridosso del fiume Metauro. Venne ampliato successivamente (1594 - 96) per volere dell’ultimo duca, Francesco Maria II Della Rovere che, a volte vi si fermava a desinare o a dormire – forse è per questo che, erroneamente, si identifica il Barco con la residenza estiva ducale.

La struttura, a causa della eccessiva vicinanza al fiume e alla costruzione di una chiusa a poca distanza, cominciò a presentare problemi strutturali molto gravi, tanto che nel 1719 una parte del convento crollò. Si decise così, di abbandonare la struttura antica che venne totalmente demolita e il materiale riutilizzato per il nuovo edificio, il cui modellino in legno, probabilmente opera di P. Soratini, è esposto all’interno del Museo Civico di Urbania. L’ imponente complesso architettonico che ora possiamo ammirare è un convento settecentesco in stile vanvitelliano, la cui chiesa dedicata a San Giovanni Battista venne consacrata nel 1771. Oggi la struttura è sottoposta ad un lungo e meticoloso lavoro di restauro, già completato all’esterno, che la riporterà all’originario splendore.

Durante i recenti lavori di restauro sono stati riportati alla luce nella stanza del refettorio dei frati francescani, affreschi risalenti al '700, tra cui una "Ultima cena" del pergolese Gianfrancesco Ferri.

Il Barco è oggi sede delle attività e dei laboratori di ceramica e di artigianato artistico del Museo Civico, tenuti in collaborazione con l’Associazione Amici della Ceramica.
I laboratori del Museo al Barco Ducale fanno parte del circuito “Museo del Metauro” della Comunità Montana Alto e Medio Metauro, assieme al Museo della Città di Urbino e al Museo di San Francesco di Mercatello sul Metauro.

Palazzo Ducale, Museo Civico e Biblioteca

Corso Vittorio Emanuele, 23
tel - fax 0722 313151 www.marcheweb.com/museourbania
museo@marcheweb.com
(visite: 10/12-15/18, lunedì chiuso, ingresso € 4,00, ridotto € 2,00)

Museo di Storia dell’Agricoltura e dell’Artigianato - Cantine Palazzo Ducale

Corso Vittorio Emanuele, 23 Urbania
tel - fax 0722 313151 
info@museipartecipati.net

Servizi per i visitatori, i turisti e studenti: Biblioteca e Archivio storico: consultazioni, ricerche, prestito libri e interbibliotecario, sala lettura, riviste, sez. ragazzi, internet point e assistenza operatori.

La Mediateca

Servizi internet Informagiovani e Informadonna
Corso Vitt. Emanuele, 23
Tel. 0722 313183 - Fax 0722 313184 - mediateca.urbania@marcheweb.com

Sala e saletta Volponi

(100 posti per convegni e conferenze, saletta per mostre)